Combattere la stitichezza

news

Combattere la stitichezza

Combattere la stitichezza

Secondo alcune recenti ricerche scientifiche, il 20% degli italiani soffre di irregolarità intestinali e in particolare di stitichezza, un disturbo che può provocare imbarazzo ma anche altri sintomi dolorosi. La stipsi è molto frequente nelle donne, circa l'80% dei casi totali, e si manifesta sia in adolescenza che in età avanzata, per questo è fondamentale prevenirla e combatterla immediatamente. In questo articolo analizzeremo quali sono i rimedi per combattere la stitichezza e ritrovare finalmente la regolarità intestinale.

Stitichezza: cos'è e sintomi
La stitichezza è la difficoltà nell'espletare la funzione intestinale, che può essere di natura transitoria o cronica. Chi soffre di stitichezza non riesce a defecare una volta al giorno, ma solitamente due-tre volte a settimana e le feci si presentano dure e poco idratate. La stipsi provoca diversi sintomi che possono creare imbarazzo, dolore e anche stress psicologico e i più frequenti sono:
- senso di ostruzione anale;
- gonfiore e pesantezza addominale;
- flatulenza e meteorismo;
- sensazione di non completa evacuazione;
- crampi e dolore addominale.
Se la stipsi si presenta in gravidanza o quando si cambiano le proprie abitudini alimentari, allora viene considerata di natura transitoria, mentre se è una condizione cronica, sarà necessario indagare per capire la causa, contattando immediatamente uno specialista. Per prevenire la stitichezza è opportuno bere molta acqua, almeno 1,5-2 litri al giorno, ridurre il consumo di carne e privilegiare invece l'assunzione di cereali e legumi, che facilitano la defecazione. Se si soffre di stitichezza, è importante praticare sport, per consentire ai muscoli di rilassarsi e favorire una veloce e indolore defecazione.

Come combattere la stitichezza in farmacia

Per quanto riguarda la cura della stitichezza, oltre a seguire una dieta ben equilibrata e a praticare sport, vi sono alcuni rimedi farmacologici che possono esservi di aiuto. Per curare immediatamente la stitichezza ed eliminare i fastidiosi sintomi si possono utilizzare dei farmaci lassativi che facilitano l'evacuazione. I lassativi devono essere usati solo quando la stipsi è particolarmente dolorosa e il medico ha verificato che non vi siano altre patologie connesse a questa condizione. Vi sono diverse tipologie di lassativi che possono essere usati per curare i sintomi della stipsi, i più efficaci sono quelli definiti di volume che hanno la capacità di aumentare la massa fecale e favorire la defecazione. Vi sono anche i lassativi osmotici o salini, ma possono essere assunti per brevissimo tempo, perché possono provocare altri disturbi intestinali e previa prescrizione medica. Per non ricorrere ai farmaci lassativi per la stitichezza di natura transitoria si possono acquistare in farmacia alcuni integratori alimentari in grado di favorire la peristalsi e la conseguente defecazione e solitamente sono a base di senna, aloe, frangola e cascara. Per combattere la stitichezza possono essere utili anche degli integratori alimentari a base di probiotici, che hanno la specifica funzione di riequilibrare la flora batterica intestinale, ma è sempre opportuno abbinare a questi farmaci l'assunzione di alimenti ricchi di fibre. Vi sono alcuni rimedi naturali che possono tamponare i sintomi della stitichezza come l'utilizzo di tisane diuretiche a base di erbe naturali come zenzero, rosmarino, camomilla, sambuco e malva o l'abitudine di bere quotidianamente succo di pera o mela, dal forte effetto lassativo. I rimedi naturali sono efficaci solo per i sintomi dolorosi, ma non sono in grado di curare definitivamente la stipsi.