Depurazione e drenaggio, come fare con la fitoterapia

news

Depurazione e drenaggio, come fare con la fitoterapia

Depurazione e drenaggio, come fare con la fitoterapia

Il nostro organismo, esattamente come la natura, segue un ciclo ritmico perfettamente scandito. Durante la stagione invernale il nostro corpo introduce e produce tossine e scorie in grandi quantità. L'autunno e la primavera sono quindi il periodo migliore se si vuole iniziare un percorso di drenaggio e depurazione, molto utile se desideri salvaguardare la salute e rimetterti in forma. Ippocrate stesso, padre della medicina dell'Occidente, già nel V secolo A.C consigliava di eseguire una depurazione periodica degli organi "emuntori" cioè reni, fegato, intestino e pelle. Bere molta acqua e utilizzare metodi fitoterapici possono aiutare il tuo organismo riattivare le energie e raggiungere il benessere.


Depurativi fitoterapici disponibili in farmacia

Si sente molto parlare di depurazione, ma non si tratta di una moda ma bensì di una filosofia di vita. Da questa infatti, dipende il funzionamento e il benessere di tutto il corpo. Ti permette di diminuire le problematiche legate alla digestione lenta, l'emicrania digestiva, il gonfiore epigastrico, l'insufficienza biliare e la sonnolenza dopo i pasti. Inoltre elimina tutte le tossine e sostanze dannose che si accumulano con gli eccessi alimentari, le eruzioni cutanee, la ritenzione dei liquidi, e aiuta a mantenere il colesterolo sotto controllo.

Oltre a bere regolarmente almeno 2 litri d'acqua tutti i giorni, la fitoterapia,con le sue numerose piante officinali con proprietà drenanti, diuretiche e depurative può aiutarti a raggiungere o a recuperare il benessere fisico. Nelle farmacie più fornite puoi trovare moltissime soluzioni formulate con tè verde, betulla, curcuma, pilosella e solidago, tutte piante officinali utili per eliminare il gonfiore dei tessuti e delle gambe, ridurre il senso di pesantezza e favorire la perdita di peso.


Drenanti fitoterapici disponibili in farmacia

In omeopatia, omo-tossicologia e fitoterapia, la parola drenaggio ha un significato molto più vasto della semplice depurazione. La depurazione infatti stimola soltanto un organo alla volta, mentre il drenaggio attiva tutti i tessuti e gli organi emuntori che, lavorano in sinergia contribuendo a eliminare in modo totale le tossine e le scorie metaboliche accumulate dal corpo.

Questo avviene grazie all'azione di gemmo-derivati e composti fitoterapici che hanno l'azione specifica di riequilibrare le varie funzioni dell'organismo. Il drenaggio è un supporto valido per prevenire e guarire diverse patologie e per mantenere l'organismo in perfetta salute.

Il drenaggio può essere fatto prima, durante e dopo una terapia a base di farmaci per disintossicare completamente tutto il corpo.

Il drenaggio si distingue in quattro gruppi:

• Drenanti degli emuntori: in questo caso, il rimedio fitoterapico che puoi trovare nella tua farmacia di fiducia è a base di betulla.

• Drenaggio epatico: il trattamento per il fegato viene fatto con prodotti a base di fumaria, tarassaco e carciofo.

• Drenaggio renale: qui viene in aiuto la pilosella, la gramigna e il tarassaco.

• Drenaggio cutaneo: il trattamento va a stimolare l'epidermide in modo da espellere con il sudore le scorie metaboliche. In questo caso i prodotti da utilizzare sono a base di viola, carciofo e bardana.

Se uno degli organi emuntori non funziona in modo corretto da alcuni segnali noti con il nome di "malattia". Quindi, per mantenere tutto l'organismo in salute andrebbero effettuati il drenaggio e la depurazione almeno 2 volte all'anno. Chiedi consiglio al tuo medico o al farmacista di fiducia per quanto riguarda la posologia e gli effetti. Se vuoi ottenere risultati migliori abbina ai fitoterapici un'alimentazione corretta, bevi almeno 2 litri di acqua ogni giorno e assumi molta frutta e verdura di stagione.