Collagene: cos'è e perché è indispensabile per la nostra pelle

news

Collagene: cos'è e perché è indispensabile per la nostra pelle

Collagene: cos'è e perché è indispensabile per la nostra pelle

Che cos'è il collagene

Il collagene è una sostanza che naturalmente viene prodotta dall'organismo. Si tratta di una proteina fondamentale per i tessuti connettivi e, ogni volta che se ne sente parlare, scatta automaticamente il collegamento con la pelle. Il collagene è importante per la salute non soltanto dal punto di vista estetico ma anche perché da essa dipende la struttura muscolare, quella delle ossa, delle articolazioni, delle unghie e dei capelli. Il collagene, infatti, non si trova soltanto nella pelle ma anche all'interno di tendini, legamenti, ossa, capelli, e così via. Con il passare del tempo, l'organismo tende a diminuire via via la produzione del collagene e quindi i tessuti come perdono elasticità. Tra le prime conseguenze di questo processo vi è la comparsa di rughe d'espressione e riduzione del tono muscolare.

A cosa serve il collagene e perché è così importante

Il collagene è una proteina prodotta continuamente dall'organismo che si rinnova con tempi diversi a seconda della zona del corpo in cui nasce. Nel fegato, il collagene, impiega circa un mese per rinnovarsi completamente, mentre nelle ossa è necessario addirittura un anno. Dal collagene dipende la salute della pelle, che apparirà più o meno tonica ed elastica, ma anche il benessere dei tessuti muscolari e la forza di legamenti ed ossa. Si tratta di una sostanza molto importante perché rappresenta l'elemento principale del tessuto connettivo ed anche se viene naturalmente prodotta dall'organismo essa può essere ulteriormente integrata con prodotti specifici da applicare sulla pelle, come ad esempio sieri o creme.

Perché il collagene è importante per la pelle

La buona produzione di collagene dona alla pelle un aspetto elastico, tonico e giovane. Il sostegno ai tessuti muscolari previene la comparsa dei segni del tempo, delle rughe d'espressione e una perdita di tonicità. A partire dai 25 anni di età, però, l'organismo inizia a diminuire la produzione del collagene che provoca un rilassamento cutaneo e la comparsa delle prime rughe. Ovviamente, oltre all'età, ci sono anche fattori esterni che influenzano la produzione del collagene come il fumo, l'inquinamento, lo stress o l'alimentazione non bilanciata.

Come stimolare la produzione di collagene

Alcuni alimenti stimolano la produzione di collagene rallentando di fatto l'invecchiamento. I cibi ricchi di vitamina C (agrumi, fragole, broccoli, cavoli, uva, kiwi, ecc.) sono alleati fondamentali per la sintesi del collagene. Le patate, ricche di selenio e vitamina A favoriscono la naturale produzione di questa importante proteina, mentre la carne di tacchino aiuta a stimolarne la produzione grazie alla lisina. Il tuorlo d'uovo contiene una sostanza chiamata colina, una sostanza che viene sintetizzata dall'organismo e trasformata in glicina, uno degli aminoacidi fondamentali che formano il collagene. Il licopene contenuto nei pomodori è un antiossidante che aiuta a proteggere il collagene, mentre i grassi Omega 3 prevengono la rottura delle fibre di cui è composto il collagene da parte dei fattori esterni.
Per quanto riguarda gli alimenti "nemici" del collagene si trovano tutti quelli ricchi di zuccheri, i cibi raffinati e i vari elementi carichi di carboidrati e grassi.
Nei casi più gravi, quando sono presenti condizioni di carenze sostanziali di collagene si può ricorrere a degli integratori specifici, da utilizzare sotto controllo medico, per stimolare la produzione della proteina.
Esistono, infine, prodotti cosmetici arricchiti con collagene per migliorare l'aspetto della pelle. Si tratta generalmente di soluzioni topiche e sieri da applicare direttamente sulla cute nelle diverse aree da trattare per migliorare tono e luminosità della pelle.