Combattere le allergie con i consigli utili per vivere meglio

news

Combattere le allergie con i consigli utili per vivere meglio

Combattere le allergie con i consigli utili per vivere meglio

L'arrivo della primavera è generalmente un momento di gioia, di riapertura al mondo, di entusiasmo e voglia di vivere. La natura si risveglia, il paesaggio si colora, inizia il periodo delle lunghe passeggiate e dei pic-nic... ma per molti è il principio di un periodo difficoltoso, in cui l'unico sollievo sembra chiudersi in casa! E' il dramma delle tantisisme persone che soffrono di allergia stagionale, un problema che trova ormai larghissima diffusione a prescindere dalla collocazione geografica e dal territorio. Le più comuni sono l'allergia ai pollini e l'allergia alle graminacee, che diventano spesso un vero e proprio ostacolo al "normale" svoglimento della vita di che ne soffre.
Ci si trova dunque costretti ad assumere dei farmaci o antistaminici, che possono dare un immediato e momentaneo sollievo, ma hanno talvolta anche controindicazioni sull'organismo.
Esistono però anche altri rimedi, che se non hanno facoltà di porre fine a questa seccatura, possono senz'altro contribuire a ridurne l'effetto ed a godere del periodo primaverile con maggior serenità.
Eccovi alcuni consigli pratici, che vi saranno utili non sono per contrastare l'allergia stagionale, ma anche per altre tipologie più comuni (per esempio acari della polvere, muffe, ecc...)

Le tempistiche
E' fondamentale prepararsi in largo anticipo, una volta giunti i primi sintomi è già tardi per riuscire a contrastare la reazione. A seconda dell'oggetto dell'allergia e dell'area in cui viviamo, possiamo stimare quando debutterà il periodo critico, e di conseguenza iniziare la prevenzione.
Questo è il primo passo basilare da compiere affinchè al momento opportuno il nostro organismo sia nelle migliori condizioni per fronteggiare il "nemico".

L'alimentazione
Partiamo dall'alimentazione. Non tutti sanno che il livello di istamina può dipendere anche da ciò che mangiamo e beviamo. Ci sono alimenti infatti che ne sono ricchi o comunque concorrono a rilasciarne una maggior quantità direttamente nel corpo, mentre altri aiutano ad inibirne la liberazione. Tra i cibi sconsigliati troviamo alcuni vegetali quali i pomodori, i crauti, gli spinaci, le fragole, alcuni tipi di frutti esotici e di frutta secca. Altri di origine animale come ad esempio formaggi stagionati e salumi, oltre a crostacei e molluschi. Troviamo inoltre nella lista nera cacao, caffè e aceto di vino. Di contro, è possibile consumare pietanze fresche come pesce, carne, formaggi e frutta tipo mele, pesche e albicocche, verdura a foglia larga, carote, zucchine, broccoli.

I rimedi naturali
Oltre ad una corretta alimentazione, possiamo prepararci assumendo le sostanze che vengono considerate dei veri e propri antistaminici naturali: il ribes nero, lo zenzero, la vitamina C, l'Omega 3, il tè verde, il basilico, le spezie, l'ortica, l'aceto di mele. Per aumentarne l'efficacia le possiamo trovare anche sotto forma di integratori, che assunti con regolarità a partire da qualche mese prima, sono in grado di apportare notevoli benefici per contrastare l'allergia.
Ricordiamoci sempre che anche il fumo, gli alcolici e lo stress contribuiscono ad aumentare la quantità di istamina!

L'aria
Ciò che respiriamo è il fulcro della questione. E' importante respirare sempre un'aria pulita, prestando particolare attenzione anche a quella dell'auto o di casa nostra. Assicurarsi sempre di avere filtri idonei e mantenerli regolarmente controllati e puliti, è un ottimo punto di partenza per tenere lontani gli allergeni che causano il problema.

Piccoli espedienti
Se la prevenzione è il metodo principale per ridurre l'entità dell'allergia, esistono anche delle piccole accortezze che possiamo associare durante il periodo primaverile: l'utilizzo di mascherine può aiutare a filtrare l'aria che respiriamo, gli occhiali da sole a riparare una zona delicata che risulta spesso colpita da prurito e bruciore, potenziati dalla luce diretta del sole.