Coronavirus: come avviene il contagio, precauzioni da prendere e le statistiche di contagio

news

Coronavirus: come avviene il contagio, precauzioni da prendere e le statistiche di contagio

Coronavirus: come avviene il contagio, precauzioni da prendere e le statistiche di contagio

La pandemia ti ha portato a cambiare le tue abitudini e a cercare di evitare il contagio attraverso una serie di abitudini quotidiane che ti consento di diminuire la possibilità di contagio.
Quali sono le precauzioni migliori? E cosa ci dicono le statistiche di contagio?
In questo articolo le risposte alle tue domande più frequenti per un quadro complessivo e generale della situazione in periodo di pandemia.

Coronavirus: quali sono le modalità di contagio più frequenti

Tutti gli studiosi hanno più volte spiegato che il Covid-19 è una malattia da contatto, che si trasmette per le vie aeree e tale da resistere nel tempo ragion per cui è importante evitare di condividere ambienti chiusi e ristretti nonché poco arieggiati.
Il contagio è dato dal contatto, si può risultare positivi se non si è igienizzato correttamente la mani e sei venuto a contatto con ambienti non sterili o persone non immuni al virus, positivi asintomatici, falsi negativi e positivi con sintomi.
Il vapore acqueo è un'altra tipologia di trasmissibilità, il sudore, uno starnuto, le goccioline d'acqua che si producono mente si parla sono un indice di contagio molto elevato.
Le goccioline hanno una carica di virus più elevata ragion per cui si è introdotta la mascherina al fine di evitare il contatto delle vie aeree.
Naso, bocca e occhi devono essere ben protetti perché sono i canali di introduzione del virus.

Mezzi di prevenzione per evitare il contagio

Il Ministero della Salute ha stabilito che se vuoi limitare la probabilità di contagiarti devi assolutamente indossare la mascherina negli ambienti chiusi e in quelli aperti dove si verificano fenomeni di assembramento.
Al fine di scongiurare i contagi, altresì, è indicato igienizzarsi continuamente le mani e lavarle spesso se si è venuti a contatto con oggetti o persone di cui non si conosce lo stato di negatività.
Si consiglia la somministrazione del vaccino per ridurre le probabilità di contagio, non è possibile parlare di un rischio zero, ma è assolutamente importante, obbligatorio per alcune categorie di persone e lavorativo, a scelta per altri.
Infine, è opportuno evitare assembramenti è limitare i contatti evitando feste o luoghi eccessivamente frequentati.
L'igiene non deve essere solo personale, ma deve riguardare anche gli ambienti che vanno adeguatamente sanificati e igienizzati di volta in volta oltre che opportunamente arieggiati.

Coronavirus: statistiche di contagio

Le statistiche che sono stata redatte fino a questo momento ti dimostrano che la maggior parte dei contatti avvengono per via aerea ovvero per contatto sociale ragion per cui sei invitato a preservare il distanziamento sociale indossando mascherine chirurgiche adeguate per proteggerti dal virus, in alcuni occasioni è resa obbligatori ala mascherina FFP2.
Si è attestato che ambienti poco arieggiati e affollati possono determinare un incidenza della trasmissione del virus.
Sempre sulla base delle statistiche si è evidenziato una maggiore probabilità di contagio nei casi di contatto con un positivo in virtù della carica virale sprigionata.
In caso di contatto con un positivo è richiesto un periodo di incubazione e un tampone di controllo non immediato ma dopo 3-4 giorni dall'esposizione con il positivizzato.