Bruxismo Notturno cos'è, cause, sintomi e rimedi

news

Bruxismo Notturno cos'è, cause, sintomi e rimedi

Bruxismo Notturno cos'è, cause, sintomi e rimedi

Bruxismo Notturno cos'è, cause, sintomi e rimedi

Digrigni i denti durante la notte? Non è soltanto un sintomo di nervosismo, ma anche un fenomeno alquanto diffuso che si chiama bruxismo, in cui si premono con forza le mascelle e si strisciano le due arcate dentali assieme, quella superiore e quella inferiore.
Si tratta quindi di una disfunzione della masticazione involontaria e notturna che può provocare diversi problemi, primi fra i quali l'usura dei denti, pesanti mal di testa e dolori alla mandibola. Inoltre, è un fenomeno rumoroso che nuoce alla coppia e alle persone che condividono la camera da letto.
Come riconoscerlo il bruxismo e guarire da questa condizione? Scopriamolo assieme.

Quali sono le cause che provocano il fenomeno del bruxismo?

Primo fra tutti, lo stress. Preoccupazioni, disturbi del sonno e della sfera emotiva, problematiche psichiche e psicologiche sono alla base del bruxismo.
Digrignare i denti può essere la risposta alla condizione di malocclusione, di un errato allineamento dei denti, oppure ad alcune malattie nervose e neurologiche.
Inoltre, l'abuso di caffeina, di alcol, fumo di sigaretta e droga possono aumentare il rischio di bruxismo.
Molto spesso i bambini in tenera età digrignano i denti perché hanno male alle orecchie.

Quali sono i sintomi del bruxismo?

I denti si scheggiano e si rovinano, aumentano di sensibilità alle bevande fredde o calde, si rovina lo smalto e si scoprono le dentine, causando dolore.
Inoltre, puoi soffrire di intense emicranie, mal di denti, otiti.

Come si previene il bruxismo?

Prima di tutto è utile ridurre lo stress il più possibile, cercando di rilassarsi prima di andare a dormire.
Ti sconsigliamo fortemente di fumare o bere caffè prima di coricarti, comprese le bevande alcoliche che sono altamente eccitanti.
Puoi fare una passeggiata in modo da agevolare la digestione, oppure concederti un bagno caldo subito prima di andare a letto.
Durante la giornata, cerca di gestire ansia, stress e nervosismo nel modo migliore: la meditazione e una corretta attività fisica possono aiutarti molto.

La diagnosi, un aiuto dal tuo dentista

Il medico dentista ti può aiutare nella diagnosi del bruxismo, attraverso il controllo e l'analisi dei tuoi denti, e una radiografia che documenti l'allineamento dei denti.
Inoltre, puoi richiedere una polisonnografia, un esame specialistico che monitora l'andamento e la qualità del tuo sonno.

Un aiuto in farmacia

In generale, il medico dentista ti potrà consigliare un bite da indossare durante la notte, oppure suggerirti un'operazione chirurgica per migliorare la posizione delle arcate e l'allineamento dei denti.
Se assumi farmaci neurolettici che favoriscono il fenomeno del bruxismo, il tuo medico cambierà il dosaggio o ti consiglierà una valida alternativa.

Un valido sostegno arriva anche dalla tua farmacia di fiducia, dove puoi acquistare integratori e prodotti di erboristeria che possano alleviare lo stress.
In farmacia puoi anche trovare i fiori di Bach e scegliere quello che più fa al caso tuo, come il Rock Rose che contrasta gli attacchi di panico, o quello a base di dente di leone che allieva stress, ansia e preoccupazioni.